company-profile


Desalto, l'eccellenza della tecnica


Da sempre l'attività di Desalto si iscrive, senza soluzione di continuità, nella tradizione produttiva delle Brianza che dagli anni '50 arriva ai giorni nostri. Un'area privilegiata in cui i maestri del design italiano hanno trovato terreno fertile e un'imprenditoria caparbia ed appassionata. La famiglia Orsenigo, fondatrice di Desalto, è tra gli imprenditori che hanno contribuito a diffondere nel mondo un'idea di prodotto basata su una costante ricerca tecnica e tecnologica, esteticamente raffinato, al servizio di una maggior funzionalità.

Il fertile rapporto fra progettista e produttore ha alimentato negli anni un circolo virtuoso che ha dato origine ad un' amplia offerta di oggetti dal design pulito e dall'elevato standard qualitativo. Desalto offre un controllo accurato di tutte le fasi di realizzazione del progetto a partire dallo sviluppo del prototipo fino alla sua ingegnerizzazione, collaborando dinamicamente con i tanti designer italiani e stranieri, affermati o giovani emergenti, chiamati a condividere con l'azienda il proprio contributo di creatività: Marco Acerbis, Shin Azumi, Riccardo Blumer, Claudio Caramel, Caronni + Bonanomi, Piergiorgio Cazzaniga, Pierluigi Cerri, Decoma Design, Fattorini Rizzini & Partner, Gordon Guillaumier, Marc Krusin, Gianluigi Landoni, Arik Levy, Piero Lissoni, Nendo, Denis Santachiara, Stefan Schoening, Sigla, Jacob Springers, Studio Ausenda Greco, Andreas Weber, Hannes Wettstein e Tokujin Yoshioka, Visioni differenti che, sebbene uniche nella loro individualità, abbracciano la medesima filosofia aziendale avente come concetti cardine l'armonia e la raffinatezza espressiva, la pulizia formale, l'originalità e la performance tecnica.

Il risultato sono i tanti prodotti ormai diventati bestseller internazionalmente riconosciuti come i tavoli Fan, Helsinki, 25, Liko e Mac; le sedie Sand e Kobe; i tavoli allungabili Every, Stilt e Tender, l'iconica pluripremiata collezione di tavoli Element del designer giapponese Tokujin Yoshioka ed infine il più recente tavolo Clay che ha riscosso grandi apprezzamenti sia dal pubblico che dai media.

Negli anni viene sviluppata un'offerta articolata – tavoli, sedie, sgabelli, librerie e complementi – un progressivo evolversi creativo e produttivo pensato anche per il settore contract: qualità, prestazioni tecniche e customizzazione fanno si che l'azienda sia presente a livello mondiale in molti settori. La struttura interna flessibile garantisce capacità di risposta veloce ed una gestione snella della fase di progettazione e logistica, caratteristiche indispensabili in questo settore, nel quale Desalto diventa protagonista attraverso differenziate possibilità di fornitura: oggetti che si prestano a molteplici possibilità di utilizzo; personalizzazione di prodotti a catalogo per rispondere in modo più puntuale alle esigenze di ogni specifico progetto; possibilità di sviluppare soluzioni su misura in termini di ricerca formale e materica, sempre nel segno dell'eccellenza del design che contraddistingue ogni creazione del marchio.

L'azienda si avvale di tecnologie d'avanguardia come gli impianti di taglio al laser, saldatura, verniciatura a polvere e liquida, nonché un sofisticato impianto galvanico interno, che permettono un ciclo produttivo interamente monitorato e la possibilità di lavorare e combinare materiali differenti quali metallo, legno e materie plastiche, valorizzandone le qualità intrinseche. Da sempre sensibile alla sostenibilità ambientale all'interno del processo manifatturiero, Desalto vanta un esemplare ciclo dell'acqua dell'impianto galvanico che viene usata riciclata ed infine depurata nel rispetto delle più severe normative.

È attivo dal 2011 il nuovo impianto fotovoltaico composto da 1730 pannelli solari. L'energia generata copre l'intero fabbisogno dell'azienda, innescando un circolo virtuoso che posiziona Desalto fra le aziende più attente e impegnate nelle pratiche sostenibili.

L'impegno a 360° profuso in più direzioni fa oggi di Desalto una delle aziende leader nel settore dell'arredo di alta gamma a livello mondiale. Il marchio raggiunge attualmente una quota di esportazione pari al 70% del proprio fatturato con una distribuzione in Europa, Asia e Americhe in circa 400 punti vendita di fascia alta, distribuiti nelle città più importanti e che mostrano puntualmente le novità e le collezioni.